Ansia d’Approccio

 

ansia d'approccio

Approcciare una ragazza“.

Una delle cose più semplici della seduzione, ma per molte persone sfortunatamente sembra un’ostacolo insormontabile.

Parliamo quindi di ansia d’approccio.

Credo che la cosa migliore sia partire con un pò di mitologia.

Nell’antichità era talmente alta la convinzione che su una determinata isola ci fossero dei ciclopi che la gente che doveva passare da quelle parti aveva una paura maledetta sia dell’isola che dei ciclopi.

Ovviamente non esistevano.

L’ansia d’approccio è esattamente la stessa cosa visto che non esiste, ma siamo talmente abituati a sapere che c’è da renderla reale per noi stessi, nutrendola giorno dopo giorno con la paura che ci blocca fino a farla diventare un mostro autoprodotto ed autoallevato.

Si può definire tale quella sensazione spiacevole che si prova quando sai che stai per andare e fermare una ragazza e spesso si sente in modo talmente forte da bloccarti completamente: mente, torace, braccia e gambe.

Inanzitutto cominciamo dicendo che dovrebbe essere chiamataansia PRE approccio in quanto una volta cominciato a parlare, come per magia, sparisce.

E non è una vera e propria ansia quanto in realtà un concetrato di paure, tra cui le principali sono:

 del rifiuto

 del giudizio altrui

Il modo migliore per “superare” ( non è il temine giusto perchè non è “superabile” ma al massimo controllabile ) queste paure è semplicemente convincersi che non c’è niente di male nel dare ad una ragazza la possibilità di conoscere il ragazzo più figo e simpatico che esista.

Capire che le persone che ti stanno intorno quasi mai sono interessate a quello che stai facendo.

Non sei sempre al centro dell’attenzione come spesso pensi e sopratutto, che pure le persone che poi ti prenderanno in giro sono in realtà gelosi del coraggio che hai dimostrato andando ad approcciarla, una cosa che loro non farebbero mai.

Mi è capitato di sentirmi dire DOPO: “cavolo ti ho ammirato.. sei partito deciso da solo su tre ragazze, io non ci sarei mai riuscito” e capiterà anche a te col tempo.

Per quanto riguarda l’ansia vera e propria, è un discorso molto più complesso.

Non a caso nel Master Di Seduzione diFabio S. c’è un’intero mese dedicato ad essa ed è veramente quasi impossibile spiegarla quì in un solo post.

Ma se vuoi ecco per te un ulteriore approfondimento su Ansia e Paure.

Un abbraccio,

Luca S.

P.S. se ancora non lo hai ancora fatto scarica gratuitamente “Rimorchio Rapido“!

This entry was posted in Seduzione and tagged , . Bookmark the permalink.

6 Responses to Ansia d’Approccio

  1. ivan says:

    Ciao Luca,
    complimenti innanzitutto per il post e per tutto il sito in generale.
    Sono assolutamente d’accordo con te! Superare l’ansia d’approccio, dà una grande scarica di adrenalina e aiuta in tutti i campi della vita. Almeno a me è successo così :) La mia strada è ancora lunga e ho tanto da imparare….:)
    A differenza di altre persone, io, faccio meno fatica con l’approccio diretto rispetto all’indiretto; sò già che devo dire dire e mi butto!
    Con l’indiretto devo pensare ad una scusa e poi devo essere bravo a capovolgere il discorso in diretto. Qua faccio ancora fatica… che mi consigli?
    Grazie in anticipo :)

    • Luca S. says:

      Ciao Ivan,
      Innanzitutto grazie :)
      Per rispondere invece alla tua domanda: ti consiglio di ascoltare. Ascoltare quello che dice, come lo dice, il suo accento, ecc… puoi legarti a qualsiasi cosa. Ti consiglio anche di andare a leggerti “4 passi per conquistare una ragazza” che potrà esserti d’aiuto.

  2. Pingback: Frasi D’Approccio |

  3. luke says:

    quindi ciò che proponi è agire come se già non esistesse?? Io mi sono buttato l’altro giorno quando ero accompagnato da un mio amico, mentre andavo mi sentivo infuocato e nervoso…ma appena ho cominciato a parlare è passato tutto..il problema è che se sono da solo ad andare non ci riesco..e comunque dopo quella volta non ci sono più riuscito! che faccio??

    • Luca S. says:

      quella non è “ansia” ma “paura” di tante cose diverse. Al Master di Seduzione di Fabio S. c’è un modulo apposta per spiegare tutte queste cose.

  4. Pierre says:

    Io penso che si può guarire completamente dall’ansia d’approccio solo quando effettivamente si acquista la mentalità del menefreghismo, ovvero quando si arriva ad ottenere ogni forma di indipendenza dal risultato. Ovviamente è solo un mio parere… :)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *