Approcciare per Strada

tecniche di seduzione approcciare strada

Quando si parla di Tecniche di Seduzione generalmente il primissimo pensiero di tutti va alla parte iniziale: Approcciare.

Per quanto personalmente non consideri l’approccio come una vera e propria tecnica di seduzione ma come un “inizio rimorchio” credo ci siano comunque dei modi per farlo diventare parte integrante di una seduzione a lungo termine: ovvero fare in modo che l’approccio trasmetta fin da subito, per quanto possibile, il tipo di persona che tu sei e che vuoi far vedere.

L’errore che si fa generalmente quando si vuole approcciare una ragazza per cercare di sedurla è di programmarsi che cosa dire per filo e per segno. Questo è sbagliato per vari motivi:

1. Non trasmette necessariamente la tua vera personalità
2. Non è quasi mai coerente con la situazione presente in quell’istante
3. Ti fa sembrare “finto”

Questi sono i motivi principali per cui generalmente mi sento di dire che l’approccio migliore è quello che, volendo usare un termine tecnico, si chiama: contestuale.

Contestuale: ovvero che si leghi al contesto.

Uno degli errori che ho visto fare ( e che lo ammetto, ho fatto anche io in passato ) è quello di usare i classici “opinion opener” ( sicuramente conosciuti da chiunque abbia anche solo sentito parlare del metodo mistery ).

Tanto per voler dare un piccolo assaggio ( specificando che mi aspetto tu non debba ne voglia MAI usare questo tipo di approccio in quanto è veramente uno dei peggiori che esistano ):

1. Secondo te/voi mentono di più gli uomini o le donne? ( dovrebbe essere presente anche nel libro “The Game” )
2. Un ti amo detto da ubriaco secondo te/voi ha valore?
3. Se una ragazza si bacia con un’altra ragazza.. è tradimento verso il suo ragazzo?

Insomma, sono delle domande che dovrebbero far incuriosire le ragazze e farle “investire” all’interno della conversazione facendole dare la loro opinione su qualcosa.

Il problema è che questo tipo di approccio si basa praticamente sempre su situazioni completamente false ed inventate che nulla hanno di reale… e che in nessun caso possono, a parer mio, essere considerate tecniche di seduzione in quanto non trasmettono assolutamente niente del tipo di persona che sei.

Infatti questo tipo di approccio porta spesso ad un contatto…. che si rivela inutile nel 95% dei casi.

Quello che la gente pensa di volere ( e sul serio PENSA di volere, non vuole davvero ) è avere la capacità di vedere qualsiasi ragazza, approcciarla, riuscire a prendere un contatto, sedurla, farsela.

Il punto però è che questa non è in nessun caso seduzione.

Questo è semplicemente un tentativo di appagare la propria autostima fatto da un ragazzo molto insicuro che, quindi, cerca di sentirsi bene dimostrando a se stesso ( e sopratutto agli altri ) di essere “figo”.

In realtà nessuno vuole veramente farsi “tutte” quelle che vede, ma tutti vogliono stare bene ( a meno che non ci siano particolari problemi psicologici dietro e attitudini al masochismo.. che poi equivale ugualmente a stare bene… stando male. )

Seduzione è vita, è stare bene nella propria pelle… e nell’atto pratico trovare chi ci fa stare bene ( e non è detto necessariamente che sia una persona sola ), essere in grado di sceglierla.. e contemporaneamente farsi scegliere da lei.

Il punto è: come puoi veramente trovare le persone con cui stai bene e che veramente possono stare bene con te se fin dalla prima parola che dici.. stai recitando una parte???

La risposta è: impossibile!

L’approccio può diventare tecnica di seduzione solo quando sei in grado di mostrare da subito quello che tu sei, che sia un ragazzo timido, che sia un ragazzo spavaldo, che sia un puttaniere.

Come diceva Platone riferendosi all’anima gemella che tutti noi possiamo avere.. non esiste una sola anima gemella ma ne esistono varie per ogni persona.

Approcciare una ragazza recitando significa solo che, se anche quella che tu ti trovassi davanti fosse una di queste anime gemelle la perderesti per sempre in quanto non ci sarebbe la possibilità neanche di arrivare a capire che siete effettivamente compatibili.

Quindi ora che sai perché non ti conviene usare approcci preconfezionati per andare a conoscere una ragazza, parliamo di qualcosa di un po più pratico.

Tecniche di Seduzione – Approcciare per Strada

La situazione in cui ti ritroverai la maggior parte delle volte è di essere in giro e vedere una ragazza che ti piace che cammina.

Così vuoi andare a conoscerla.

Ho visto approcciare in questa situazione in modi estremamente diversi ma, di fatto, l’unico modo corretto di andare a conoscere la ragazza in questa situazione è essendo diretti.

Prova a metterti nei panni della ragazza. Stai camminando, un ragazzo che non conosci ti ferma in mezzo alla folla per chiederti una cosa che non c’entra niente con la situazione. Magari la domanda è anche interessante e quindi si ferma ma quello che stai trasmettendo è: “mi piaci ma non ho le palle per dirtelo“.

No, l’unico modo corretto di approcciare in quella situazione è essendo diretti.. e senza fingere sicurezza se non la hai. Molto meglio un: “ti ho vista… dovevo assolutamente conoscerti. Mi sento un po a disagio lo ammetto ma poi ho pensato ehi.. al massimo mi ci manda“.

Completamente genuina, che trasmette da subito quello che sei e si, andranno male alcuni approcci ma quelli che vanno bene stanno partendo da un presupposto sano che renderà i contatti che prenderai degni di essere presi.

Questo vale, in realtà anche per altre situazioni.

Magari sarai in un locale o ad una festa di amici… non significa che devi essere diretto come per strada ma l’importante è non usare frasi d’approccio preparate che non trasmettono quello che tu sei!

Se sei una persona allegra ti converrà cominciare discorso con una battuta. Magari la farai sul fatto che quella sera è l’unica seria, l’unica che ride, l’unica vestita di rosa shock, ipnotizzata dal culo di quello davanti, ha una faccia alla fantozzi arrapato ogni volta che guarda il dj.

Invece magari sei una persona più seria ed allora, evitando battute, chiederai il come mai è l’unica seria, l’unica che ride, l’unica vestita di rosa shock e così via.

Il punto è che è importante saperti legare alla situazione in cui state vivendo ed approcciare senza “simulare” una personalità o uno stato d’animo che non hai.

La differenza tra chi fa così e chi invece usa approcci preparati è pressapoco questa:

Approcci preparati e recitati: 50 approcci, 15 numeri di telefono, forse 1 appuntamento, niente di più.

Approcci genuini in cui trasmetti quello che sei: 10 approcci, 1 numero di telefono, 1 appuntamento, se sei bravo finite a letto e poi puoi decidere se averci una relazione o no.

Va da se che così facendo oltretutto i risultati ottenuti andranno direttamente a “pesare” sulla tua autostima come persona ( e non come attore ) e quindi creeranno un circolo vizioso in cui ti migliorerai.. e la volta successiva andrà meglio migliorandoti ancora di più.

Te preferisci prendere 20 numeri inutili o uno solo utile?

Senza considerare che le tue “anime gemelle” fidati non sono poco ed andranno ad aumentare man mano che cambi, migliori come persona e ti inoltri sempre di più e sempre più genuinamente nel mondo della seduzione.

Questo è quando Approcciare può essere considerato una Tecnica di Seduzione.

Un abbraccio,

Luca S.

P.S. se ancora non lo hai fatto scarica ora il mio ebook gratuito sulla Seduzione!

This entry was posted in Tecniche di Seduzione and tagged , , . Bookmark the permalink.

2 Responses to Approcciare per Strada

  1. A.E. says:

    Che dire se non…geniale!:-)

  2. Niccolò says:

    Wow
    Senza persone come te e Fabio un sacco di gente farebbevite non molto felici

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *