Approccio a Roma

approcciare a roma

In un precedente articolo ti ho parlato del modo più corretto per approcciare una ragazza.

Ed eccomi quindi qui a condividere con te un’esperienza di poche ore fa che sicuramente ti renderà il concetto più semplice da capire.

Come rimorchiare una ragazza divertendosi tantissimo nel farlo.

Roma, inizio serata.

Sono ospite a casa di uno dei fortunati ragazzi che seguono il M.D.S. 3.0 di Fabio S. ed ovviamente decidiamo di passare la serata in giro.

Arriviamo al locale verso le 22:00, ancora è mezzo vuoto e ci sediamo a fare due chiacchiere.

Le uniche due ragazze approcciabili sedute a chiacchierare su una panchina a 5 metri da noi.

Parliamo un po aspettando che il locale si animi, ma dopo poco decido che è ora di fare qualcosa, mi alzo e mi dirigo verso di loro pronto a rimorchiarle.

Io: “Ragazze ciao, ho una cosa da chiedervi

Loro: “Cosa?

Io: “Questa è la mia ultima sera a roma, ci stiamo un pò annoiando e così mi è venuta una grande idea. Voi due contro noi due. Ci sediamo e parliamo. Voi cercate di mandarci via e noi cerchiamo di resistere. Se riusciamo a stare almeno 10 minuti vinciamo noi e pagate una partita a biliardino. Altrimenti la paghiamo noi

Inutile dire che non hanno nemmeno provato a mandarci via, anzi ci hanno fatti sedere e successivamente hanno pagato la partita a biliardino.

Abbiamo girato il locale con loro, abbiamo giocato alle coppiette, ho vista accettata una proposta di matrimonio fatta con un anello con sopra un topino giallo che suonava schiacciandolo e, dopo averle perse di vista ed aver chiacchierato con altre simpatiche signorine presenti, con un “oh  guarda chi c’è… la mia ex!” me la sono ritrovata seduta sulla mia gamba a farsi coccolare ed a scambiarci bacetti ed occhiate languide.

Troppo spesso le persone si concentrano sul trovare la frase d’approccio perfetta e si inventano chissà quali storie assurde perdendo di vista le possibilità che il reale offre.

Il reale, come essere a roma per un’ultima sera, starsi annoiando, e dire esattamente quello: “è la mia ultima sera a roma e mi sto annoiando.. quindi facciamo che…” e rimorchiare così una ragazza stupenda.

In sostanza posso solo dirti:

Non perdere tempo a pensare a chissà quale frase per approcciare e rimorchiare una ragazza. La verità spesso e volentieri va più che bene e ti permetterà di avere delle belle soddisfazioni!

Un abbraccio,

Luca S.

P.S. se ancora non lo hai ancora fatto scarica gratuitamente “Rimorchio Rapido“!

This entry was posted in Report, Seduzione and tagged , . Bookmark the permalink.

4 Responses to Approccio a Roma

  1. Pingback: Conquistare una Ragazza: Storie nella Capitale |

  2. ivan says:

    Luca :) scusa se mi permetto di scrivere qua, ma siccome si parla di Roma siamo in argomento.
    Io fino a una sett fa vivevo a Roma. Uscivo ogni giorno e potevo approcciare chi volevo e quanto volevo tranquillamente. Se una mi rifiutava non mi interessava, passavo alla successiva
    Ora sono tornato nel mio paesino in provincia di Venezia dove mi conoscono tutti e il ” materiale d’ allenamento ” e’ limitato.
    Come faccio ad approcciare e continuare i miei allenamenti? Non essendo ancora un TOP SEDUCER voglio continuare ad allenarmi ma rischio di avere poche occasioni e bruciarmele tutte!!

    • Luca S. says:

      Puoi farci poco in realtà, quello che si può fare in una grande città e quello che si può fare in una cittadina.. sono cose diverse. In realtà nella tua situazione devi puntare maggiormante sui circoli sociali e sfruttare maggiormante la Seduzione Passiva ( che puoi trovare spiegata in “lezioni private di rimorchio” ), altrimenti prendere il treno ed andare in qualche grande città nelle vicinanze.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *